Marche rifelici e rivincenti



















Anche la Scavolini ce l'ha fatta e a Eboli ha conquistato meritatamente la Coppa Italia di volley femminile battendo, ironia della sorte, un'altra piemontese dopo il successo nella medesima competizione dei maschietti di Macerata.
Questa volta è toccata alla Marca Pesarese .. far gioire tutte le ... Marche

SCAVOLINI - ASYSTEL 3 - 0

SCAVOLINI PESARO
: Jaqueline 15, Fürst 7, Skowronska 11, Costagrande 17, Guiggi 10, Ferretti; Wijnhoven (L), Brussa 1. N.e. Garzaro, Di Crescenzo, Lunghi, Castiglione. All. Zé Roberto.
ASYSTEL NOVARA: Feng 1, Barcellini 16, Anzanello 8, Kozuch 11, Osmokrovic 12, Paggi 7; Cardullo (L), Lombardo, Scarabelli. All. Pedullà.

ARBITRI Satanassi e Giani.

Commenti

  1. a me me piasce la anzanello

    ma pure la scravosca


    eh eh

    forza ragazze....

    RispondiElimina
  2. il sabato pomeriggio quando sono a casa seguo spesso gli incontri di volley femminile sul cielo sport 2


    sono un appassionatissimo

    bergamo novara e pesaro al momento e in ordine crescente le più forti squadre di volley italiano femminile....

    con pesaro che gioca alla brasiliana vista la presenza in campo di jaq e sulla panca di ze roberto uno degli allenatori + vincenti di sempre col suo brasile ha dominato per anni lo scenario internazionale......


    naturalmente unisco l'utile al dilettevole visto che alcune bellezze del volley non hanno nulla da invidiare alle + quotate modelle che si trovano in circolazione.....

    vista da punto di osservazione di un maschiaccio di un metro e novanta e passa....

    RispondiElimina
  3. perfettamente d'accordo con te
    anche se io tifo Monteschiavo
    che è come l'inter pre calciopoli
    tanti investimenti e ZERO vittorie
    emblematica la Jaqueline che a Jesi
    non GUZZAVA un chiodo e a Pesaro
    è trascinatrice ..
    sarà merito di Zio Robè .. eh eh

    RispondiElimina
  4. pensa che io invece oltre ad aver giocato seppur con scarsi risultati mi sono avvicinato al volley femminile ai tempi del matera (sassolino praticam in fasce) e della sua splendida dea afroamericana keba.

    RispondiElimina
  5. Keba Phipps partì da Ancona alla conquista della .. fama
    grande squadra il Matera dell'epoca
    addirittura fu allenato anche da
    un mio caro amico

    piccolo aneddoto su quanto è
    piccolo il mondo:

    a zonzo per Nuova York in una
    calda estate chi ti incontro
    chi ti??
    lei la venere nera Phippona
    eh eh he

    RispondiElimina
  6. era molto bella con una presenza immagino dal vivo ancora più importante vero?

    RispondiElimina

Posta un commento

tra i post più popolari

Balleri, curiosi frutti del Conero

Le feste in casa degli anni '60

I paccasassi

Il Crocifisso di Numana

Paccasassi numanesi