Ugo Foscolo - Alla sera

I l Cancelliere della Repubblica Galattica poi Imperatore Palpatine alias Darth Sidious, Sith Lord della saga Star Wars, è di nuovo venuto a farci visita interpretando una poesia di Ugo Foscolo: Alla sera, sonetto del 1803 che mirabilmente rappresenta un momento di grave disagio umano e politico del poeta nazionale. La sera intesa come immagine della morte, la “fatal quiete”, ma anche “si cara vieni” dolce compagna portatrice della pace che placa il “mio spirto guerrier” e qui se c’è un guerriero chi meglio dell’ Oscuro Jedi?? e allora senza esitazione prestiamo l’orecchio a questo maestro della recitazione
    Forse perché della fatal quiete
    Tu sei l'imago a me sì cara vieni
    O sera! E quando ti corteggian liete
    Le nubi estive e i zeffiri sereni,
    E quando dal nevoso aere inquiete
    Tenebre e lunghe all'universo meni
    Sempre scendi invocata, e le secrete
    Vie del mio cor soavemente tieni.

    Vagar mi fai coi miei pensier su l'orme
    che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
    questo reo tempo, e van con lui le torme

    delle cure onde meco egli si strugge;
    e mentre io guardo la tua pace, dorme
    Quello spirto guerrier ch'entro mi rugge.

Commenti

  1. Non prendetevi gioco di me...
    Sono sempre Ugo....Foscolo....mica Jacopo Ortis!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

tra i post più popolari

I paccasassi

Parcheggiare a Numana d'estate

Balleri, curiosi frutti del Conero

Il Crocifisso di Numana

Mangiare diverso a Numana - La Torre street food