Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2010

Il chiavigotto e il cagaticcio … c'era una volta

Immagine
Negli anni '20 non c'era ancora la Litoranea e per andare nella vicina Porto Recanati si percorreva un sentiero o viottolo creato dai pescatori e in parte si proseguiva lungo la spiaggia e lasciando Numana si passava per Marcelli, allora non altro che una abitazione il cui proprietario ne dava il nome all'intera zona, mentre oggi rigogliosa Metropoli .. e mentre noi chiudiamo gli occhi, con l'aiuto di una foto d'epoca, cerchiamo di immaginarci l' itinerario così come ci viene raccontato di seguito … ma come facciamo a guardare la foto con gli occhi chiusi … bando alle ciance che mi rovinate tutta la poesia … giacché a volte si guarda meglio con gli occhi dell' anima piuttosto che con quelli posti sotto la fronte; in genere la chiamano fantasia .. Numana - Porto Recanati Più breve, meno scoglioso, e quindi meno complicato è il percorso per Portorecanati. Da Numana bassa si passa, in vicinanza del nuovo fabbricato Malucci, alla calettina e alla caletta, dove…

Pagine statiche

Immagine
Blogger ha introdotto la possibilità di creare pagine statiche ovvero pagine che rimangono sempre linkate al di sotto dell'intestazione del blog anche se noi, nella lettura di vecchi articoli, ci muoviamo indietro con la funzione "vecchi post" in basso dopo l'ultimo articolo in prima pagina o semplicemente utilizzando il comodo calendario del blog posto a metà e che racchiude, mese per mese, tutti i post finora pubblicati sul blog.
Le pagine statiche da me create fino ad oggi sono visibili immediatamente sotto all'intestazione e al momento sono un disclaimer, un modulo per contattarmi, una guida ricordo e, sempre dalla medesima, la pagina dal titolo Numana 1927 che vi invito a leggere. Essa mostra un quadro dettagliato delle principali attività e forme sociali della vita numanese del tempo e pertanto ne rappresenta una formidabile testimonianza storica della quale non finirò mai di ringraziare il Cesare Romiti di Osimo che nella sua "guida Ricordo di N…

Il Numanese può andare in America anche senza guida

Immagine
Da un libercolo malridotto e stampato nel 1927 mi è particolarmente gradito estrarre quante più informazioni possibili del nostro passato, grazie al lavoro di Cesare Romiti che in questo libretto è prodigo di ogni tipo di informazione e curiosità storica riguardo Numana, il territorio e la sua gente.

Altitudine e meteorologia
Vecchie memorie locali registrano l' altitudine di metri 70. Il Touring ne assegna 56, e questa altezza, che è la vera, è presa, secondo i rilievi dell’ Ing. Probo Picciafuoco, nella Piazza, proprio dirimpetto al Santuario. L' altezza di m. 36 assegnata anni addietro dall' Annuario di guerra, dovette essere un errore di stampa, prodotto dallo scambio di un 5 con un 3. La temperatura massima, media e minima, è rispettivamente di 28-25-22 d' estate 15-10-8 d' inverno. Essendo il paese parte in marina, parte in collina, partecipa delle due posizioni, ed è mitissimo in primavera, salubre sempre.
Soffiano qualche volta i venti di tramontana e …

Il rito del bucato … e la spianatora

Immagine
Anche se con il passare degli anni la qualità della vita andava via via migliorando, il lavoro femminile rimaneva sempre pesante; basti pensare all'enorme fatica che richiedeva il "rito" del bucato. Il lunedì mattina, giorno canonico per questa operazione, le donne si alzavano verso le tre per recarsi al "lavatore" pubblico", che veniva aperto verso le sette, a "pijà la bugia" (la buca, il lavello) il cui scarico, privo di tappo, doveva essere otturato con degli stracci; ogni massaia se ne portava uno di colore diverso per indicare alle altre la "proprietà acquisita". Chi arrivava tardi, trovava tutto occupato e doveva rimandare al giorno dopo. L'affluenza era tanta perchè, oltre alla necessità del risparmio, per il risciacquo del "bucato scuro" occorreva acqua in abbondanza e al "lavatore" questa giungeva, attraverso un tubo sotterraneo, dalla fontana di Piazza del Santuario.
Quest' ultima, a differenza…

Un brutto secolo alle spalle

Immagine
1909 per volontà di pochi appassionati della musica, nacque la società filarmonica “Giuseppe Verdi".
Tra i fondatori si ricordano: il Dr. Ignazio Callari - medico condotto - ma, instancabile animatore di tutte le iniziative prese a favore della Filarmonica, divenuta col tempo un vanto per la città e richiestissima, per servizi musicali, nelle città e paesi viciniori; tra gli altri: il M° Torri, Vittorio Giulietti, Pasquale Baldoni, Ercole e Maglieri, Armando Petromilli
e Nazzareno Frontalini, quest’ultimo contribuì enormemente ed in forma decisiva alla riuscita dell’iniziativa, sia insegnando musica agli iniziati, sia come maestro direttore della "rinomata" banda musicale, composta esclusivamente da elementi numanesi.
1915 allo scoppio della guerra mondiale, Numana è pronta, coni suoi figli migliori, alla difesa della Patria e paga il suo contributo di vite umane.
1922 la S.M. Soccorso "La Fenice” viene riconosciuta giuridicamente con atto pubblico,…

quanto rumore … per un poro Cristo

un vecchio detto delle nostre Marche, che poi magari sarà più o meno identico nel resto d' Italia e del mondo diceva:CHI VUOLE IL CRISTO SE LO ADORA   … significa che se vuoi qualcosa devi badarci e non solo pretendereil 17/02/2009 la Stampa riportava nel suo sito online il seguente articolo:Annullata la condanna a Luigi Tosti
Lui: «Passo importante per la laicità» ROMA
La sua battaglia dura da sei anni. Ed è stata accompagnata da iniziative che hanno fatto rumore: dallo sciopero delle udienze, alla restituzione del certificato elettorale e dei suoi stipendi, sino al conflitto di attribuzioni contro il ministro della Giustizia davanti alla Consulta. Oggi Luigi Tosti, il giudice che in nome della laicità dello Stato vuole che il crocifisso sia rimosso da tutti gli uffici pubblici, a cominciare dalle aule giudiziarie, ha ottenuto la sua prima vittoria: la Cassazione ha annullato senza rinvio la condanna che gli era stata inflitta dalla Corte d’appello dell’Aquila proprio p…

L' Italia è fatta e a Numana cade l'ultima bandiera pontificia

Immagine
1797 cade sotto la dominazione napoleonica e ....
1808 entra a far parte del Primo Regno Italico, nel Dipartimento del Musone.
1815 torna sotto il governo della Chiesa ed il Comune viene appodiato a quello di Sirolo, ma dopo meno di due anni ...
1817 ritrova la sua autonomia comunale.
1845 il capitano marittimo numanese Giuseppe Moscatelli, che nella prima metà del secolo XIX col suo brigantino superò il Capo di Buona Speranza e si spinse fino ai più lontani porti dell’India, viene decorato da Gregorio XVI per meriti marinareschi.
1846 lo stesso capitano viene decorato dal Governo Francese per aver tratto in salvo l’equipaggio ed i passeggeri della goletta "L’Antoinette". Il Moscatelli, appartenne alla Massoneria e affiliato ai cospiratori, trasportava clandestinamente notizie, armi e persone, innalzando bandiera pontificia per non essere molestato.
1859 presero parte alla battaglia di San Martino, con Garibaldi, i disertori dell’esercito pontificio G…

Strozzapreti gamberi & ceci

Immagine
Strozzapreti fatti in casaitalian tipical home-made twirls pastacon olio d'oliva, aglio, gamberi, rosmarino e ceciwith prawn-tails, garlic, rosemary, olive oil and chick-peas

Frà Moriale … capitani di ventura e tre secoli turbolenti

1306 era Podestà Massolius Rainaldi de Tiraboctis, come dagli atti del parlamento di Montolmo (15 gennaio), pubblicati da L. Zdekauer - Magistrature e Consigli nei Comuni delle Marche - vol. XXI (1916-1917) pag. 221.
1308 Numana è unita alla lega delle città e terre marchigiane ribellatisi alla Pontificia dominazione, e, come le altre, ne ha pene spirituali e temporali. Il Pontefice Clemente V risiedeva in quel tempo ad Avignone.
1309 ritorna nella grazia pontificia per mezzo di Nicolao, suo spettabile cittadino, mandato ambasciatore presso il Cardinale Legato.
1310 Numana è occupata dagli Anconitani, che, demolitene le mura, ne conducono gli abitanti e le masserizie in Ancona, perchè essi numanesi - riconciliati col Papa erano venuti meno all’ alleanza pattuita con Ancona.
1353 Numana subì un secondo saccheggio ad opera di Fra’ Moriale della Marca e della sua grande compagnia che cavalcò alla marina e prese Numana, combatte Orivolo (Sirolo) e non l’ebbe e da Numana an…

Il Diavolo del Brodetto

Immagine
Ne avevo parlato un anno fa e sempre in termini entusiastici, questo ristorante, con ormai consumata esperienza  sa cosa gradisce il cliente tipo che ama il pesce: la qualità e la bontà di ciò che mangia. Doti queste che non dovrebbero mai essere disgiunte anche se capita di andare in posti con buona qualità del materiale e cattiva trasposizione ai fornelli. In questo locale di Portorecanati la cucina è semplice e della nostra tradizione ma con componenti di qualità dovuti al pescato che proviene direttamente dalla marineria locale ed essendo posto sul lungomare, si ha la sensazione che quel che mangi sia stato preso un attimo prima e cucinato apposta per te. Se ci andate, dite alla signora Piera, anima del locale, che vi manda Tex e vi accomoderà nel migliore dei modi .. ma attenzione è un po' scorbutica ...ma di cuore come nella tradizione della gente di mare dalla quale proviene: la nostra gente. Bene, bando alle ciance e nel video che ho montato potrete apprezzare le pietanze…

Trattati e alleanze … tre secoli di storia … in un post

1014 l’Imperatore Arrigo I (più probabile Enrico II il Santo), ripetendo in un diploma le donazioni dei suoi antecessori
alla Santa Sede, Indica Numana fra le città della Pentapoli.
1126 Ugone,(Ugo I) Vescovo di Numana, concede franchezza di traffico ed alcuni dazi al Comune di Osimo; e questi dà a lui in dono 8 misure di terra e si obbliga al tributo annuo di tre libbre di denari in luminaribus Sanctae Mariae nostrae Humanatae Ecclesiae .
1142 lo stesso Ugone conferma e concede agli Osimani i dazi del disbarco nel porto di Numana da Cruce S. Michaelis usque ad ea Nectoli.
1177 l’Imperatore Federico I ed i Veneti, agli antichi aggiunsero altri patti commerciali che debbono essere mantenuti dalle popolazioni di tutte le citta Italiche, Papienses, Mediolanenses, .... Anconitani, Humani.
1198 viene stipulato, fra Ancona ed Osimo, un trattato che riguarda anche l’alleanza delle città loro confederate, Fermo, Numana, ecc.
1210Ottone IV concede ad Azzo d’Este la inv…

Liutprando, Desiderio e Astolfo … un po' di storia

Immagine
Dal libro "STORIA DELL' ANTICHISSIMA CITTA' DI NUMANA" del compianto Mario Massaccesi, edito col patrocinio del Comune di Numana, traiamo alcune date tra le più significative che hanno segnato la storia della nostra Numana. Mario, personaggio poliedrico, pittore, scrittore e uomo di cultura è anche l'autore del quadro ritratto in copertina che originariamente era un murale, "Numana nel 1309", realizzato su di una parete laterale della Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista nel 1972 andato purtroppo distrutto nel 1980. Il dipinto era stato ripreso da un quadro di Leonello Spada di Osimo che aveva donato al Comune di Numana nel 1912. Ricordando il buon Mario leggiamo alcune date e situazioni storiche così come lui le descrive nel libro:
558 per un fortissimo terremoto, attorno le feste di Natale, Numana precipitò e fu ingoiata dal mare.
729 Re Liutprando restituisce alla Santa Sede il Patrimonio Numanate
756 Re Desiderio promette al Pontefice…

Li stornelli …

Immagine
una nuova puntata degli stornelli marchigiani sempre allegri e coloriti come nella tradizione della nostra gente di campagna ... nel maceratese vige ancora il detto "magna bee e sii condendo" di facile traduzione e spesso in questo tipo di esibizione canora lo sfondo sessuale è a volte fin troppo esplicito e io mi limiterò a trascrivere il parlato-cantato solo delle prime due .. malcapitate ragazze, in cuor loro pur sempre divertite, è un gioco e fa parte della nostra cultura paesana ... magna bee e sii condendo = mangia bevi e sii contento .. non era difficile sentiamo cosa dicono alla prima ..
guardate 'sta ragazza che è molto delicata
però però davanti non è tanto sviluppata c'avemo 'na medicina tutta a base de banana te verrà du pocce grosse come quella de 'na mungana
mentre la seconda ... andiamo bene ma quando lei và al mare fa finta d'affogare e urla al bagnino "dai vienimi a salvare" e il bagnino molto attento arriva a riva come un razzo e je d…

Cominciava così … un anno di blog

Immagine
Ho iniziato per caso giusto un anno fa e per mettermi alla prova con il mondo per me sconosciuto del web e devo dire grazie innanzitutto ai miei amici di blog e su tutti voglio citare il buon U Carcamagnu che si è prodigato all'inizio per farmi da maestro nell'apprendere le prime e poche cose rudimentali di questi strumenti moderni. Poi per la verità si è dileguato subito e il resto dell'avventura l'ho portata avanti da solo e spero per voi, cari lettori, in modo gradito, sicuramente semplice a volte divertente e volto soprattutto a far conoscere i luoghi della mia vita. Ringrazio Google e la sua piattaforma Blogger per mettere a disposizione di noi, volenterosi di condividere le nostre esperienze, una infinità di mezzi gratuiti e quando dico infinità non esagero. Basta infatti addentrarsi in questo mondo per scoprire giornalmente tantissime cose utili e messe a disposizione di chi ne voglia trarre divertimento o quant'altro, studio, professione, svago. Bene non mi…

Postumi del maltempo

E' notizia di questi giorni che il maltempo dei giorni scorsi  ha duramente colpito la nostra regione e tra i tanti servizi video mi ha particolarmente colpito quello di TV Centro Marche che ha passato in rassegna tutti i fiumi della nostra regione partendo da nord per arrivare a sud nell'intento di mostrare ai telespettatori lo stato di tali fiumi e se c'era pericolo esondazione. La cosa strana è che hanno saltato a piè pari il nostro Musone ... e allora per porvi rimedio ci ho pensato io con questo breve filmato che mostra purtroppo anche i danni subiti dalla spiaggia a sud della sua foce in territorio di Portorecanati

Il piccolo grande spot …

Tempo fa parlai dello spot della Regione Marche avente come interprete il grande Dustin Hoffman e dicevo che lo associavo a Rico, personaggio da lui interpretato ne "Un uomo da marciapiede" e non mi ero ricordato che il grande Dustin aveva anche interpretato un western eccellente dal titolo "Il piccolo grande uomo", un "polverone" come si diceva all'epoca per indicare il genere western, e tale sembra oggi in virtù di una serie di polemiche scoppiate nella nostra terra per lo spot da lui interpretato. Tutto nasce da un backstage del video di prossima uscita pubblicato dal nostro Governatore Spacca e a seguito delle numerose polemiche, prontamente rimosso dallo stesso con tutti i commenti annessi al medesimo video. Chi faceva notare il costo eccessivo, chi il personaggio meno appropriato visto il "nostrano" Valentino Rossi, conosciuto anch'egli in tutto il mondo e chi se la prendeva per la scelta del regista Solari che aveva avuto una prec…

Volare no … eh??

Immagine
ci risiamo, tratto dal web in tutte le salse e siti e TV locali Rai 3 in testa e lo pubblico anch'io vista la ben nota sensibilità personale al problema "aeroporto regionale" ... il tutto è avvenuto il 5 gennaio scorso


“Sarà un volo fra reale e virtuale”, ha detto l’assessore regionale alla cultura Vittoriano Solazzi incontrando l’ideatore dell’evento, “reale perché comunque i risultati ottenuti incoraggiano a far bene nel futuro. Ideale invece perché attraverso lo spettacolo ci fa volare nelle potenzialità di una regione dalle mille risorse. Un evento che ben si inserisce nella grande campagna di comunicazione 2010 della Regione che toccherà il suo apice negli spot registrati da Dustin Hoffmann sulle reti nazionali”.
L’evento - che vanta il sostegno di Regione, Alitalia, Aerdorica e Comuni di Falconara, Fermo, Loreto, Sant’Angelo in Vado, Porto Recanati, Ancona, Macerata – si pone l’obiettivo di offrire visibilità al Raffaello Sanzio, valorizzarne la funzione promuovendo…

Commedie musicali e operette

Immagine
Io stesso negli anni '30 organizzai varie commedie musicali e operette. Quelli della mia eta ricorderanno certamente la "Pianella perduta nella neve", con protagonista Vivaldi de Maria de Felippu, e "Scuola di Musica", con Miliu de Mabilia come personaggio principale. Fra tutte credo che la migliore sia stata la farsa musicale "L'oca", musicata da Nene e da me, allora sedicenne. L'operetta ebbe veramente successo e venne replicata diverse volte. Il gruppo che avevamo costituito era molto affiatato; ci si ritrovava la sera dopo il lavoro per organizzare queste rappresentazioni, traendone soddisfazione e divertimento: le ristrettezze economiche non incidevano minimamente sul nostro buonumore! Nel 1946 fu dato vita ad una rivista musicale dal titolo "Scusi posso ridere?", in dialetto numanese, di Drenaggi - Morelli, che curarono rispettivamente le musiche e le parole. Detto varietà fu eseguito due volte alla "Fenice" di Numan…

La scintilla dell' innamoramento

Immagine
chiudete gli occhi e se potete andare coi ricordi al cinema in bianco e nero, al neorealismo per intenderci, troverete delle interessanti analogie con la vita che si conduceva a Numana e come ce la racconta Liberato A metà degli anni '20 il grande tenore Beniamino Gigli, pari per fama a Caruso, Schipa e Tamagno, era solito frequentare Numana fermandosi spesso a cena, con gli amici, al ristorante "Fior di Mare" di Peppe de la Sarafina. Amava tanto il nostro paese da avere in animo di acquistare "Vetta Marina" e da non sottrarsi alla sollecitazione di esibirsi, nel 1927, in un Concerto benefico pro Asilo Infantile. La banda "B. Gigli" di Recanati allietava gli intervalli e noi scolari della quinta elementare, sotto la guida del Maestro del coro parrocchiale, Giovanni Paolucci, avemmo un momento di gloria cantando per il tenore un encomio composto dal nostro direttore. Il Concerto, che ebbe grandissimo successo, venne applaudito dalle autorità provincial…