Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Scialpare le retine

Immagine
Una foto emblematica di cosa voglia dire pescare d'inverno e quanto sia dura la vita del pescatore nonostante i moderni mezzi a loro disposizione. Nonno ad esempio, pescava a "tartana" a vela e si può immaginare facilmente (non bisogna essere addetti per capirlo), cosa volesse dire in termini di fatica quel tipo di pesca agli inizi del 1900. Ma la foto testimonia inequivocabilmente la temperatura esterna in soli 3 gradi e scialpare le retine (ovvero tirarle fuori dal mare per raccogliere il pesce impigliato .. in numanese) in quelle condizioni non è semplice. Un grande pescatore di recente scomparso mi aveva confidato in tutta franchezza che in quei frangenti si faceva la pipì nelle mani per scaldarle meglio che poteva. Non è una barzelletta è la pura verità di un mestiere antico che merita tutto il nostro rispetto e ammirazione. Per la cronaca è il 27 gennaio 2014 ... ai confini con i Giorni della Merla.

Giùvenir

Immagine
Oltre ai sùvenir (souvenir), siccome non ci facciamo mancare niente, abbiamo anche i giùvenir anche se assai meno graditi come ricordini .. ma tant'é. Ne abbiamo parlato nel post sull'annosa questione della Rupe Sermosi ed è pieno dibattito sui social più diffusi circa la maniera più opportuna per porre fine al fenomeno che ad ogni pioggia, un tantino più sostenuta, vede staccarsi dalla suddetta "tocchi de malta" come quelli fotografati stamattina. Senza tener conto che già in settimana ne sono stati "ripuliti" diversi altri dagli operai del comune. Ho giocato volutamente con preposizioni "su" e avverbi "giù" anteposti al verbo "venir" ma il concetto credo sia chiaro a tutti. Quel venir meno alla messa in sicurezza di quel tratto strategico di lungomare e senza addossare colpe alla presente amministrazione giacché il problema risale ad almeno una cinquantina d'anni a mia personale memoria. Ecco perché definisco la question…

Forte come una quercia

Immagine
I detti popolari, quando si dice "forte come una quercia" uno non va a pensare mai di trovarsela in spiaggia, buttata dal mare come un qualsiasi rametto o fuscello. Ma è così e anche a questi possenti alberi della famiglia delle Fagacee, che una volta spiaggiate, diventano fugacee, tocca in sorte la morte, la fine come a chiunque su questa Terra. Lo dice anche uno dei tanti dizionari trovati online, che aggiunge possa resistere a tutte le intemperie.  Infatti ...
eccola qua, muta testimonianza che tutto finisce e detto tra noi, finire in spiaggia, vicino al mare sarebbe gran cosa anche per me che lo amo tantissimo. E invece mi toccherà aspettare la Resurrezione nel classico e angusto loculo in cemento e magari, perché no, in una cassa fatta del medesimo materiale. Ma sarebbe spendere troppo .. meglio cambiare discorso che alla gente non piace parlare di queste cose.

Ma ecco che dopo pochi giorni, una motosega pietosa, ha raccolto quanto più possibile dei suoi resti mortali …

Le feste in casa degli anni '60

Immagine
Vediamo cosa ha da raccontarci Anna questa volta ...
Le "feste in casa" si facevano, all'epoca, in occasione di compleanni, onomastici o anche senza una ricorrenza particolare, tanto per ascoltare musica insieme e per ballare. Si organizzavano di sabato o di domenica pomeriggio fino all'ora di cena. Qualcuno metteva a disposizione, nella propria casa, una stanza abbastanza grande per poter ballare, le sedie erano posizionate alle pareti, poi bastava il giradischi e tanti meravigliosi dischi "in vinile", che i partecipanti portavano e sulle copertine si scrivevano i propri nomi, perchè ciascuno potesse riprenderseli alla fine della festa. Era preferibile che in casa non ci fossero i familiari, ma siccome, raramente, questo era possibile, si facevano anche con la loro presenza, chiudendo, però, la porta, perchè non entrassero, ma, ogni tanto, la mamma o la nonna di turno, con una scusa qualsiasi, apriva improvvisamente la porta per accertarsi che tutto fosse …

Hugs - Abbracci

Immagine
un abbraccio forte a tutti per iniziare al meglio il nuovo anno è in legno, quindi roba buona e duratura perché valga il detto "chì da nò la plastiga non usa"