La sabbia nelle tasche

Numana la spiaggetta del Frate

Grazie a Facebook ho appreso che durante le festività pasquali a Numana è stato allestito il set di un film "La sabbia nelle tasche" che parla del problema della immigrazione clandestina. Quasi tutto il territorio è stato interessato dai lavori e cosa strana non mi sono accorto di nulla pur bazzicando la Costarella e il litorale fino alla foce del Musone. In quest'ultima zona è stata simulata la partenza dal Nord Africa sfruttando quello che rimane,  poco per la verità, delle dune naturali a corredo della spiaggia e ricche di tamerici (tamaricci) selvatici. La Costarella con le sue scalette e il mega parcheggio di scambio posto tra Numana e Sirolo, hanno fatto da sfondo ad un'ipotetica cittadina marocchina. Il locale circolo nautico Silvio Massaccesi ha contribuito con gommone per le scene dello sbarco che è avvenuto nell'incantevole spiaggetta dei Frati sott' a Santa (vedi foto sopra) gestita d'estate dal soprastante Hotel Eden Gigli che ha provveduto alla logistica della troupe nell'occasione. Prodotto dalla GPG Film, una casa di produzione indipendente di Lissone, il film si colloca nel genere impegno sociale che a quanto si apprende caratterizza il lavoro di questa piccola casa cinematografica alla quale mi è particolarmente gradito fare i migliori auguri di successo anche a nome dei numanesi dei quali sicuramente interpreto i sentimenti in questa particolare occasione.

Commenti

  1. Ringraziamo di cuore per la visibilità e inviatiamo a fare una navigata nel nostro sito www.gpgfilm.it
    Grazie a Tex Willer e alla città di Numana che ci ha cordialmente ospitato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a voi per averci scelto come location ;-)

      Elimina

Posta un commento

tra i post più popolari

I paccasassi

Balleri, curiosi frutti del Conero

Numana tra il Gran Sasso e le Kornati

Eravamo in 3 milioni nel Settembre 1971

Il Crocifisso di Numana