Per non dimenticare

Silvio legge la preghiera del marinaio in occasione della festa di Santa Barbara a Numana nel 1976

Nel giorno in cui si celebrano i funerali solenni dell'ultima delle vittime della missione  italiana in Afghanistan, ricorre anche l'anniversario di un'altra tragedia che ha coinvolto nel dolore il nostro paese: Monte Serra. Una tragica pagina della nostra storia che non ha saputo mettere la parola fine a 34 lunghi anni di dolore vissuti con dignitosa abnegazione ma mai rassegnazione. Per ricordare il caro amico Silvio, pubblico volentieri questa lettera della sorella, nonchè carissima amica d'infanzia, e mi unisco in questa ricorrenza al dolore e al cordoglio della famiglia Massaccesi e di tutte le famiglie dei Caduti:

Carissimo,
è di nuovo il 3 marzo, il 34° dalla morte di Silvio e dei suoi compagni di corso, è un giovedì...come nel 1977, a questo indirizzo potrai leggere alcune notizie riguardo un monumento che oggi verrà inaugurato...
un grande ringraziamento a chi lo ha realizzato e a coloro che si sono attivati per permetterne la realizzazione, da parte mia una sola amara considerazione, probabilmente è più semplice fare un monumento che dare Verità e Giustizia ai Caduti e alle loro famiglie, se ha ancora un senso attenderle dopo 34 anni...
Sarebbe comunque dignitoso per una Nazione, che si appresta a festeggiare il 150° Anniversario dell'Unità, attivarsi per far "luce" su questa vicenda, mai del tutto chiarita, che è stata, purtroppo, una "vergognosa" pagina di storia militare...quante morti inutili...quelle di questi giovani, che con tanto entusiasmo, avevano appena iniziato una vita al servizio della Patria, spinti da nobili ideali, quelli scritti sulla torretta sovrastante il piazzale interno dell'Accademia Navale "Patria e Onore"...

"La vita non termina con il sacrificio di chi ci ha preceduto, se da questo sacrificio sappiamo trarre un insegnamento per l'oggi e per il domani..."
Questo è il modo migliore per fare "memoria" e per onorare i Caduti...altrimenti è tutto inutile ...e "lascia il tempo che trova"...
Qualcuno ha messo in rete i notiziari dell'epoca...per non dimenticare, immagini sconvolgenti, per noi dolore su dolore...


Un caro saluto.
Anna e famiglia


il Notiziario della Marina del Marzo 1977 con la cronaca della cerimonia funebre

Commenti

tra i post più popolari

Balleri, curiosi frutti del Conero

I paccasassi

Il Crocifisso di Numana

Multe estive a Numana

Le fisarmoniche Frontalini