A Numana il Blu è un colore che piace

A Numana siamo così abituati al Blu che non ci accontentiamo più solo della Bandiera che ogni anno ci viene conferita e forti di questo ci dilettiamo a dipingere di Blu quasi tutti i parcheggi nella assoluta indifferenza della gente e forse, dico forse, sovvertendo quelle regole che se non mi sbaglio dovrebbero prevedere un TOT di parcheggi liberi ogni TOT a pagamento. O addirittura questi ultimi non dovrebbero superare una certa percentuale dei primi. Sarà per il patto di stabilità che costringe i Comuni ad inventarsi entrate e balzelli, ma Numana dovrebbe anche avere maggiori risorse dall'IMU sulle seconde case rispetto ai comuni collinari limitrofi e tanto per restare in zona. Ma tant'è. E lo strano caso di Via Macerata a Marcelli ne è un inquietante emblema. Passeggiando, come mio solito fare di domenica mattina e visto il caldo estivo, sceglievo di percorrere le vie interne della ridente frazione di Numana, chiamata Marcelli, per l'ombra che consentiva il necessario refrigerio. Quando nella via suddetta ho notato che tutti i parcheggi erano a pagamento. Per l'esattezza e salvo errori ed omissioni, ne ho contati 68 e 2 riservati agli invalidi. Nello screen tratto da Google Maps e che ognuno può consultare è indicata con una A ed è, ripeto, tutta a pagamento e non se ne capisce il perché. O meglio si capisce ma di certo a casa mia non si condivide ritenendola una scelta assolutamente deprecabile. Ai lettori ampia facoltà di parola nei commenti se, bontà loro, vorranno esprimere opinioni.  
Via Macerata Marcelli
 l'ingresso nord di Via Macerata
Via Macerata Marcelli

Via Macerata Marcelli

Via Macerata Marcelli

Via Macerata Marcelli
 c'è una sola colonnina dove pagare
Via Macerata Marcelli
 con istruzioni e una scritta sotto "MULTA"
del cui significato non saprei che dirvi 
Via Macerata Marcelli

Via Macerata Marcelli

Via Macerata Marcelli
di positivo un avviso posto su una autovettura in sosta
che mette in guardia dal percorrere la Litoranea
con le telecamere ATTIVE
Via Macerata Marcelli
 sotto l'ingresso sud della via
Via Macerata Marcelli


Commenti

  1. il 18 luglio io c'ero e ......

    Come sta il vigile?

    Giovedì 18 luglio ho raccolto l’invito dell’Amministrazione Comunale di Numana che celebrava l’ennesima Bandiera Blu.
    Centinaia di turisti hanno occupato le numerose sedie per godersi comodamente la serata di musica dal vivo all’uopo organizzata.
    Prima del suono arrivano i rituali e noiosi paroloni autogratificanti che le pubbliche locali autorità si scambiano tra di loro, attribuendosi sforzi, qualità e meriti, secondo me fantasiosi e inesistenti, ma anche secondo l’anima di Federico Fellini e di Roberto Benigni se fossero stati presenti e li avessero appena guardati.
    “Noi qui…noi qua….noi là….il merito è tutto nostro…”, dimenticando un particolare importante, ovvero che la Bandiera Blu è successiva alle 12.000 contravvenzioni comminate a turisti e cittadini nell’estate passata.
    Ovvio che non è la sede adatta per parlare di questa piaga.
    Tutto deve apparire sorridente e funzionale.
    E ci riescono, perché tutti godono il gratuito clima festaiolo.
    Si salvano da queste mie considerazioni il Prefetto di Ancona, uomo serio e competente, Don Guerriero, un sacerdote umile e taciturno, un giovane tenore che ha profondamente colpito nell’esecuzione dell’inno di Mameli e l’ex sindaco di Loreto sempre amato solo dai suoi cittadini.
    Io sono restato in piedi per diverse ore con un cartello al collo che rammentava ai presenti la gentile accoglienza turistica dello scorso anno e che poi ha toccato le corde dei nostri cuori facendoci piangere al ricevimento delle migliaia di cartoline-multe, ognuna di Eur 91,00 + spese di notifica, inviate a ricordo dal Comune Bandiera Blu.
    Verso le 23,00 ripiego il cartello per tornare a casa.
    Esco dal Porticciolo turistico, accendo l’ennesima sigaretta e mi soffermo a leggere alcuni manifesti che reclamizzano una sagra locale.
    Qualcuno ha utilizzato tutti i pali disponibili per appoggiare i cartelli pubblicitari, che non hanno timbrature dell’imposta di bollo del Comune.
    Saranno tutti abusivi?
    Da buon cittadino segnalo la cosa ad un vigile, chiedendogli di verificare se sia stata aggirata la dovuta imposta.
    Il pubblico ufficiale contattato mostra interesse, ma improvvisamente inizia ad avvertire dolori allo stomaco, si mette le mani nella sua grossa “panza” e tutto curvo si dirige di corsa verso l’auto di servizio e si chiude dentro.
    Sono preoccupato per il suo stato di salute e vorrei aiutarlo.
    Non vorrei sentirmi in colpa per aver omesso il soccorso ad un essere umano in stato di bisogno.
    Ma il mio pessimo carattere insinua il sospetto che il vigile forse quel dolorino se lo sia inventato ad hoc, una pessima recitazione!.
    No ! Forse sbaglio. Non posso credere che un pubblico ufficiale del Comune Bandiera Blu che ha inviato dodicimila multe ai cittadini, si renda responsabile di omissione d’atti d’ufficio e di danno erariale alla comunità.
    Qualsiasi Vigile mi avrebbe ascoltato, mica fanno solo le multe! Ci mancherebbe altro!
    Sono molto preoccupato per quel vigile e vorrei sapere se oggi, 19 luglio, ha sconfitto quei fastidiosi dolori che non gli hanno permesso di verificare la situazione da me illustratagli.
    Oggi chiamerò il Comune per accertarmene.
    Oltre allo stato di salute del Vigile, chiederò notizia su quei manifesti.
    Certo che se sono abusivi, qualcuno ha sottratto denaro alla pubblica amministrazione.
    Il problema però è facilmente risolvibile dal Comune e dal Vigile non appena ristabilitosi in salute, perché con le telecamere dei VARCHI ELETTRONICI è possibile verificare i visi e la targa delle auto di chi li ha abusivamente affissi.
    Come al solito spero di sbagliarmi, colpa del mio pessimo carattere.
    In attesa di cartolina di risposta, saluti e baci dalla “Riviera delle Multe”.

    Massimo Berti

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I paccasassi

Balleri, curiosi frutti del Conero

Eravamo in 3 milioni nel Settembre 1971