Lo stoccafisso della tradizione natalizia

stoccafisso con patate alla marchigiana

La cena della Vigilia di Natale, prima di andare alla messa di mezzanotte, prevede da sempre un menù a base di stoccafisso. E' risaputo che qui nelle Marche siamo i più grossi consumatori mondiali di tale pesce che da essiccato, con sapienti ammolli in acqua corrente prima e con frequenti cambi dopo (da cui il termine cambiare acqua allo stoccafisso in occasione di un bisogno impellente di .. minzione) in quattro giorni circa, diventa pronto all'uso e nei video che seguono potete divertirvi a vedere come lo ho fatto in due precedenti vigilie.
Correva il 24 dicembre 2009 quando decisi di farlo "in bianco" con patate, versione classica e senz'altro più conosciuta



mentre nel 2011 lo feci "rosso" ossia adatto a condire ad esempio, una bella polenta rigorosamente servita sulla spianatora. In dialetto ad un orecchio non abituato, "stoccafisso della vigilia" potrebbe suonare come stoccafisso de la begiglia .. quisquilie natalizie


a voi la scelta e a me non resta che augurarvi dal profondo del mio cuore un buonissimo Natale di speranza, pace e amore, cose delle quali sentiamo un assoluto bisogno in questi ultimi tempi.

Commenti

Post popolari in questo blog

I paccasassi

Balleri, curiosi frutti del Conero

Eravamo in 3 milioni nel Settembre 1971