Scroccafusi o spaccadenti

direttamente dal forno
el pan d' Gervà




Dopo la colazione della nonna è la volta di un dolce tipico e del momento ovvero gli scroccafusi:
un impasto molto semplice di uova, farina e arricchito con semi di anice, lessato prima e passato in forno poi.
Ne viene fuori un .. "sasso di Matera" che si mangia nel periodo di carnevale inzuppandolo nel vino o come piace a me nel lattecaffè al mattino per colazione. Fa parte delle trdizioni culinarie della Riviera del Conero e differisce da zona a zona della nostra regione non per niente chiamata Marche (plurale di marca ... capito??)

.. mia moglie è molto brava ... a comprarli.

Commenti

  1. il forno è attivo dal 1928
    in quel di Camerano

    RispondiElimina
  2. ciao tex ..complimenti per questo spazio . guya

    RispondiElimina
  3. GIBBA FIORENTINA26 gennaio 2009 11:16

    metti in onda anche qualche arancino :-)

    Sono i miei preferiti :-)

    RispondiElimina
  4. Dio che buoni gli arancini !!!
    gustati qualche anno fa' in sicilia e nulla a che vedere con quelli che si possono trovare nei supemercati della mia zona . guya

    RispondiElimina
  5. promesso!! non appena me li porta
    l'amica Rosalba (è una consuetudine
    .. consolidata nel tempo, a carnevale me li porta sempre) ehe he

    li fotografo e posto la ricetta,
    lei è bravissima e li fa leggerissimi

    RispondiElimina
  6. tex considerando che non abito molto da te..... che dici se ne usufruisco pure io della prelibatezza ????? guya

    RispondiElimina

Posta un commento

tra i post più popolari

Balleri, curiosi frutti del Conero

I paccasassi

Il Crocifisso di Numana

Multe estive a Numana

Le fisarmoniche Frontalini